Fiorentini – Tchorzewski

Fiorentini – Tchorzewski


Luca Fiorentini, violoncello
Jakub Tchorzewski, pianoforte

Concerto organizzato in collaborazione con Associazione Giosuè CarducciLogo-carducci

Programma:

Antonio Vivaldi / Luigi Dallapiccola

Sonata per violoncello e pianoforte in Mi minore RV 40
Largo
Allegro (con spirito)
Largo (Tranquillo alla Siciliana)
Allegro

Claude Debussy 

Sonata per violoncello e pianoforte
Prologue
Sérénade
Finale

Edvard Grieg 

Sonata in La minore op. 36 per violoncello e pianoforte
Allegro agitato
Andante molto tranquillo
Allegro

 


Luca Fiorentini è nato a Venezia nel 1966. Ha studiato nella città lagunare con Adriano Vendramelli e si è diplomato al Conservatorio di Milano con Rocco Filippini. Luca Fiorentini per le sue doti musicali ha avuto importanti riconoscimenti da parte di grandi musicisti come : Riccardo Muti, Mstislav Rostropovich, Natalia Gutman, David Geringas, Paul Tortellier, David Stern , Giuliano Carmignola, Fabio Luisi , Ola Rudner, Franco Rossi e molti altri. Ha studiato con Paul Tortellier, Anner Bijlsma, Mistislav Rostropovich, David Geringas, Daniel Shaffran, Dario De Rosa , Franco Rossi e Piero Farulli. Ha frequentato numerose Accademie, tra cui la “Stauffer” di Cremona, la Chigiana di Siena, il Mozarteum di Salisburgo. Per cinque anni ha studiato alla Musik Hochschule di Vienna nella classe di Wolfgang Herzer , primo violoncello dei Wiener.

Vincitore di numerosi primi premi in concorsi nazionali e internazionali ,si è esibito in tutto il mondo sia come solista sia in quartetto e in trio con pianoforte ottenendo grandissimi elogi dalla critica e dal pubblico.In particolare ha suonato come solista nelle piu’ importanti sale italiane ed in Austria, Giappone, Francia, Svizzera, Germania, Spagna , Messico, Inghilterra, Russia,Turchia,Usa etc. A giugno del 2010 ha tenuto importanti Recitals con grande successo a Washington e New York. Dal 1988 al 1993 ha fatto parte dell’orchestra dei Wiener Philharmoniker e della Wiener Staatsoper Orchester, con le quali continua tutt’oggi a collaborare. Nello stesso periodo è stato violoncellista del Quartetto Gustav Mahler formato da prime parti dell’orchestra dei Wiener Philharmoniker. Nel giugno 1998 e’ stato chiamato dal M.o Riccardo Muti a fare il primo violoncello per l’opera “Manon Lescaut” al ” Teatro alla Scala”, incisa per la Deutsche Grammophon. Fino a Marzo del 2000 e’ stato primo violoncello del Teatro alla Scala e della Orchestra Filarmonica della Scala. E’ stato primo violoncello del Teatro “Carlo Felice” di Genova , dell’Orchestra del Maggio Musicale di Firenze , del Teatro Regio di Parma, della Orchestra della Fenice di Venezia e della Orchestra Haydn di Bolzano, della “Philharmonia Wien Orchester” e sempre a Vienna della “Tonkünstler Orchester“, la Orchestra “Mozart “ di Claudio Abbado. Nel 2008 ha fondato il Trio Sostakovich , con grandi musicisti come Slava Moroz violino (figlio di Natalia Gutman) e Dmitri Vinnik pianoforte. Suona in duo con la pianista Stefania Redaelli. Il compositore Marco Sofianopulo gli ha dedicato il pezzo “Salmo e danza di David” eseguito per la prima volta e portato in Europa nel 2006. Andrea Ferrante, il famoso compositore, ha scritto e dedicato per Luca Fiorentini il “Concerto Blu” per violoncello e Orchestra e il “Concerto Giocoso” per violoncello ed Orchestra d’archi che verranno eseguiti in prima assoluta nel 2014. Ha inciso la opera integrale, prima edizione assoluta, in CD dei Concerti e Sonate di Antonio Vivaldi per Violoncello , Archi e Basso Continuo insieme con l’Orchestra dell’ Offerta Musicale e il cembalista Marco Vincenzi per Nalesso Record, ottenendo ottimi consensi dalla critica per la qualita’ artistica dei Cd. E’ stato docente di violoncello alla Scuola di Musica di Fiesole,sia nel 1993 che nel 2007 per molti anni, oltre ad essere il docente della fila di violoncelli della Orchestra Giovanile Italiana. Ha tenuto Masterclass presso i corsi di Lucca dal 2000 al 2006 e nel 2011 ha tenuto masterclass nella citta’ di Assisi. E’ Docente di violoncello presso il Conservatorio “G.Steffani” di Castelfranco Veneto. E’ stato Docente di violoncello per il biennio superiore presso il Conservatorio “G.Tartini” di Trieste, ed e’ stato per otto anni fino al 2008 docente presso il Conservatorio “Monteverdi” di Bolzano.

 

Jakub Tchorzewski si è esibito in Europa, Nord America, Giappone e Brasile. Le sue esecuzioni sono state registrate e trasmesse dalle radio nazionali di Polonia, Italia, Svizzera, Slovacchia e Repubblica Ceca. «The International Piano» ha definito le sue interpretazioni «vigorose e ritmicamente incisive», mentre il «Washington Post» ha scritto che il giovane pianista polacco «ha fatto sfoggio d’immaginazione». Per la «Schweizer Musikzeitung» è un musicista «eccellente e assai promettente».
Negli ultimi anni, Jakub Tchorzewski è stato invitato a suonare durante importanti festival musicali come Biennale Musica di Venezia, Bologna Festival, Serate Musicali di Milano, Festival Pianistico di Roma, Verdi Festival di Parma, Nuova Consonanza. Si è esibito, fra l’altro, presso il Teatro La Fenice, la Fondazione Cini, Teatro Malibran e l’Ateneo Veneto di Venezia, il Teatro Regio di Parma, il Teatro A. Bonci di Cesena, il Teatro Sociale di Bergamo, l’Auditorium Pollini di Padova, la Filarmonica di Trento e l’Accademia dei Concordi di Rovigo. All’estero ha fatto la sua comparsa come solista presso le Filarmoniche di Varsavia (Polonia), Leopoli (Ucraina) e Bucarest (Romania).

«Die neue Zeitschrift für Musik» ha attribuito al suo CD d’esordio il massimo punteggio per l’interpretazione musicale e la scelta del repertorio. Edito da Musiques Suisses, si tratta del primo CD nella storia della fonografia a presentare tutti i lavori per pianoforte solo di Sándor Veress, compositore ungherese, allievo di Béla Bartók e Zoltan Kodály e insegnante di György Ligeti e György Kurtag. Hanno contenuto prime registrazioni assolute anche i tre CD comparsi nel 2014: “Gino Gorini – Works for Strings and Piano” (Tactus), dedicato alla musica da camera con pianoforte del compositore veneziano, “Polish Songs” con il mezzosoprano Bernadeta Sonnleitner (Acte Préalable) e “Polish Music for Cello and Piano” con la violoncellista Izabela Buchowska (DUX).
Jakub Tchorzewski è intensamente attivo nell’ambito della musica da camera, collaborando, tra gli altri, con interpreti come il violinista Dejan Bogdanovich, il flautista Carlo Tamponi (Santa Cecilia), il clarinettista Vincenzo Paci (La Fenice), il violoncellista Luca Fiorentini (Wiener Philharmoniker), nonché Bettina Mussumeli e Jodi Levitz, rispettivamente primo violino e viola dell’Ives Quartet (USA). Il suo interesse per la musica contemporanea l’ha portato ad eseguire le première di composizioni da camera di Giovanni Bietti, Alessandra Ciccaglioni, Ardian Halimi, Marcin Stanczyk e Alex Sein. Dal 2014 è membro dell’European Chamber Music Teachers Association.